Prima novità dell'anno nuovo: il mio primo romanzo su una mia scoperta che rivoluzionerà il modo di leggere la Divina Commedia.
Sotto, tutte le notizie e anticipazioni. Anche sul programma, ovviamente!
Buona lettura a tutti!

Le linee di Naszca. Parte 2

Posted by Pubblicato da Filippo Martelli On 19:53




Riprendendo l'argomento precedentemente trattato viene immediato ripartire da dove ci eravamo fermati.


E' il momento di parlare delle varie teorie e possibilità su cosa simboleggino, a cosa servissero.


C'è chi dice che si tratterebbe di glifi utilizzati per riti propiziatori da parte degli abitanti del luogo, per le cerimonie come la danza della pioggia. Ma non è una teoria molto accreditata anche se in questa zona piove davvero pochissimo, e ne abbiamo già parlato.
Un'altra teoria, più affascinante, cita il nome di Viracocha, il leggendario eroe-maestro che dovrebbe tornare, secondo le profezie, dal cielo in questa zona; e i glifi e le linee servirebbero proprio ad indicargli la strada.
Ma non è ancora ben noto il metodo di rappresentazione utilizzato; già, perché le linee(alcune lunghe anche un chilometro) sono perfettamente dritte, ed anche con l'ausilio di corde, come è stato provato, era un'impresa praticamente quasi impossibile. Insomma, il mistero rimane e continuerà fino a quando non ci verrà in aiuto un qualcosa che ci dica cosa, questi capolavori, stiano veramente a significare.

0 commenti

Posta un commento