Prima novità dell'anno nuovo: il mio primo romanzo su una mia scoperta che rivoluzionerà il modo di leggere la Divina Commedia.
Sotto, tutte le notizie e anticipazioni. Anche sul programma, ovviamente!
Buona lettura a tutti!

UFO: una grande menzogna o una verità insabbiata?

Posted by Pubblicato da Filippo Martelli On 18:39



Nuovo post, nuovo argomento. Parliamo ora di UFO.
L'argomento che stiamo per affrontare è nel contempo affascinante, misterioso, e quant'altro, ma può portare anche molti a manifestare scetticismo; ma è vero che solo dal clamoroso fatto di Roswell in New Mexico negli anni quaranta dello scorso secolo, o già in antichità ci sono stati avvistamenti. Cerchiamo di parlare, senza però esaurire l'argomento, di questo e di capire quanto ci possa essere di vero. Le coincidenze, come vedremo, sono impressionanti.
L'avvistamento di oggetti volanti non identificati(UFO o OVNI) si tende a far coincidere con il fatto che avvenne negli U.S.A. nel 1947. In una fattoria si verificò uno schianto di un oggetto volante, ma, ciò che colpì subito, fu il fatto che, dopo un primo sopralluogo della polizia, intervenne direttamente l'esercito a chiudere totalmente l'area, recuperare i detriti e dire, a tutti coloro che avevano visto qualcosa, di non parlarne mai. Il fatto creò subito clamore e si generò "la febbre UFO". Pochi giorni dopo però lo stesso esercito, per cercare di chiudere il fatto, fece pubblicare delle foto in cui veniva mostrato un pallone-sonda, poi lanciato, che sarebbe precipitato. La spiegazione, però, non convinse nessuno e gettò benzina sul fuoco su tutti i sospetti attorno all'Area militare più misteriosa di tutti gli Stati Uniti, l'unica che non ha un nome, in cui furono portati tutti i resti rinvenuti a Roswell: l'Area 51.
Ma al di là del fatto di Roswell, il mistero UFO, per quanto possa sembrare strano, non è il primo verificatosi nella storia. Sono infatti presenti precedenti illustri, che vanno dalle popolazioni Maya ed Incas, fino ai giorni nostri.
Come già detto, ritornerò più volte a trattare dell'argomento, anche in merito al mistero del calendario Maya o ad altro.
Ma intanto voglio mostrarvi alcuni esempi che fanno riferimento ad un passato "più recente" che quello delle popolazioni dell'America meridionale.
Il 14 aprile del 1517, una gigantesca flotta di navi ufo attraversò il cielo di Norimberga, provocando un'agitazione generale mai verificatasi prima di allora. Il fatto fu riportato da più e più autori, per essere anche rappresentato con un disegno ben noto(vedi foto sopra).
Ancora, avvicinandosi ancora di più ai giorni nostri, il 12 ottobre 1883, un professore di astronomia, il messicano Bonilla, dichiarò di aver visto oggetti opulescenti volanti che si frapponevano in traiettoria col sole, che il professore stava osservando. A testimoniare ciò ci sono molte foto, realizzate dallo stesso Bonilla, che, a detta degli ufologi, rappresentano la prima vera testimonianza fotografica dell'esistenza degli UFO.
Insomma, questo era solo un primo assaggio, ma può già spingere alla formulazione di alcune domande; una di queste, potrebbe essere: ma allora le linee di Nasca, in Perù, potrebbero essere qualcosa in più di semplici disegni sul terreno? Beh, se così fosse, si potrebbe capire anche il perché di alcune linee chilometriche perfettamente dritte sempre lì, a Nasca; si potrebbe capire perché ci fanno venire in mente una sorta di aereoporto con le sue piste di atterraggio.
Tutte queste sono ipotesi, ovviamente, ma molto curiose ed interessanti; del resto il mistero non nasce oggi, ma solo ora si è iniziato ad aprire gli archivi segreti. E chissà se, quando lo faranno anche gli USA, potremmo sciogliere alcuni dei dubbi che tanto ci affascinano.
Una foto scattata da Bonilla.

0 commenti

Posta un commento